Il Blog continua su Vezza.maison


LA SFILATA



Alla fine ce l'ha fatta. Sara è riuscita a sconfiggere l'understatement con cui affronto tutte le manifestazioni pubbliche a scopo promozionale e a farmi salire sul carrozzone della "Grande Sfilata di Alessandria". Devo ammettere che il suo entusiasmo è talmente alle stelle che un po' ha contagiato anche me. No, non sfilerò, non esageriamo: farò foto dal backstage e cercherò elementi interessanti per scrivere un bel post a manifestazione conclusa.

Questo è il decimo anno in cui la Scuola Moda Vezza fa sfilare i lavori realizzati dall'allieve durante l'anno.
La prima sfilata è stata nel 2004 a Novi Ligure. La Scuola Vezza partecipava da diversi anni alla Fiera "Mastro Artigiano", con uno stand. Quell'anno gli organizzatori decisero di aggiungere alla manifestazione una sfilata che vedeva protagonisti i vari atelier della zona e chiesero anche alla Scuola Vezza di partecipare.
Sara fu subito entusiasta dell'offerta, perché capì che poteva essere un momento importante, sia dal punto di vista promozionale, sia per promuovere la sua particolare idea di fashion. Non potendosi permettere delle modelle, Sara ha percorso l'unica via possibile, che in quel caso combaciava fortunatamente anche con la più giusta: chiedere alle allieve di sfilare.
Inizialmente titubanti, sentendosi addosso il peso del confronto con vere modelle, si sono fatte presto convincere da Sara che, con una logica inappuntabile, ha fatto loro comprendere che nessun corpo, nemmeno quello di una vera modella, poteva essere più adatto per far sfilare quei capi. Il concetto è semplice: l'abito su misura non ha corpo migliore su cui risaltare se non quello per cui è stato creato.
Nel contesto della sfilata della fiera, le uscite furono poche, ma riscossero un tale apprezzamento, nel loro essere così fuori dai canoni, che dall'anno successivo la Scuola Vezza decise di fare una sua sfilata autonoma; da allora è diventata tradizione. Dopo qualche anno trascorso da nomadi, organizzando, cioè, la manifestazione in diversi luoghi della provincia alessandrina, dal 2007 l'evento viene svolto nel pieno centro di Alessandria, in via Caniggia, a due passi dalla sede della scuola.
Sara definisce la sfilata "non una semplice esibizione, ma un momento di festa e di grande aggregazione", in quanto tutte le realtà che cooperano alla sua realizzazione, allestimento, trucco e parrucco, organizzazione, sponsorizzazioni, provengono da collaborazioni spontanee: dalle allieve ai commercianti della zona, è tutta una profusione di aiuti per far sì che l'evento si realizzi come ogni anno e che come ogni anno abbia successo.
Forse è proprio da ricercarsi in questo sentirsi amate ed apprezzate dalla collettività, in cui si vive e si lavora da tanti anni, il motivo per il quale Sara ama così tanto la sfilata.
La stessa Rosetta, che durante i i primi tempi era ostica a questo "carrozzone", che toglieva attenzione al lavoro in laboratorio -probabilmente affetta dal mio stesso understatement-, ora vive questa tradizione come un riconoscimento e una gratificazione per i suoi 65 anni di attività.

L'appuntamento è per il 21 settembre, alle 16.30 in via Caniggia ad Alessandria.

P.S: per chiunque avesse un account instagram e volesse partecipare all'evento, l'hashtag ufficiale è  #sfilataalessandria2014. Vogliamo i vostri contributi!





0 commenti:

Posta un commento

 

Meet The Author